Libia

Il premier designato del nascente governo di unità nazionale libico, Fayez al Sarraj, è scampato venerdì sera a un attentato contro il suo convoglio poco prima di entrare nella città di Misurata, ad est di Tripoli. Lo riferiscono i media locali. Sarraj era partito poco prima da Zlinten, a ovest di Tripoli, dove aveva presentato le condoglianze ai parenti delle oltre 70 vittime dell’attentato condotto dall’ Is alla caserma dei cadetti delle forze di polizia.

Quello di venerdì sera era il primo viaggio che Sarraj compiva in Libia in veste di capo del nuovo governo di riconciliazione nazionale. Gli aggressori armati sono arrivati a bordo di 5 auto, ingaggiando uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza del premier. Sarraj e i suoi collaboratori sono stati costretti a ritornare a Zliten per rifugiarsi in un luogo sicuro.

Dopo qualche ora il convoglio è riuscito a raggiungere l’aeroporto di Misurata in elicottero per prendere l’aereo di ritorno a Tunisi, dove il premier designato aveva in programma l’incontro con la responsabile della diplomazia europea, Federica Mogherini. L’Unione Europea si è impegnata a sostenere con 100 milioni di euro il nuovo governo di unità nazionale in Libia. (Repubblica.it)