Libia

Il Consiglio presidenziale libico ha presentato il nuovo governo di unità nazionale.  L’inviato Onu per la Libia, Martin Kobler, si è subito “congratulato con il popolo libico e il Consiglio presidenziale”, in un messaggio su Twitter. “Invito la Camera dei rappresentanti – il parlamento di Tobruk riconosciuto dalla comunità internazionale – a riunirsi presto e ad approvare il governo”, ha aggiunto.
La formazione del governo, che doveva avvenire entro domenica, era stata rinviata di 48 ore e  Kobler si era detto deluso dal rinvio. Nei giorni precedenti diversi governi europei si sono detti pronti a intervenire militarmente in Libia per sostenere l’eventuale nuovo governo contro l’espansione del gruppo Stato Islamico.

Stando alla ricostruzione fatta dal Libya Herald, il nuovo governo dovrebbe essere composto da 24 ministeri, dopo che diversi membri del parlamento di Tobruk, chiamato a ratificare con la maggioranza dei due terzi il nuovo esecutivo, hanno respinto ieri i nove “super” ministeri proposti dal Consiglio presidenziale.

Non è chiaro se la decisione di aumentare il numero di ministeri sia stata presa in risposta alle dimissioni di Gatrani, per minimizzarne le conseguenze. Dal momento che ogni ministro sarà affiancato da due viceministri, in modo che siano rappresentate le tre province della Libia, il nuovo governo conterà almeno 75 membri, se non 81. “Sarà molto difficile da gestire”, ha ammesso un potenziale ministro. (Askanews)