Libia

Il Congresso nazionale Generale (Gnc), il Parlamento di Tripoli ha “bocciato il piano di pace” proposto dalle Nazioni Unite e ha “chiesto subito nuovi colloqui”. Lo riferiscono i media locali. 

Il Parlamento di Tripoli “è pronto a ritornare ai negoziati se le sue richieste riguardanti la partecipazione al governo (di unità nazionale, ndr) e l’elaborazione delle leggi saranno soddisfatte”, hanno aggiunto fonti libiche ben informate all’Ansa. 

Tripoli aveva deciso nei giorni scorsi di non partecipare ai negoziati a Skhirat, in Marocco mediati dall’inviato dell’Onu per la Libia Bernardino Leon, in contrasto con il governo di Tobruk, riconosciuto internazionalmente che invece vi aveva partecipato. 

A sostenere il potere politico a Tripoli è Fajr Libya (Alba della Libia), una coalizione di milizie islamiche. Lo stallo nei negoziati potrebbe portare ad una maggiore instabilità nel Paese mentre l’Isis avanza nell’area di Sirte. (Ansa)