Serate di cinema , intrattenimento e festa con Afriradio, Nigrizia e il Ma (Museo africano)

Museo africano Afriradio Nigrizia Multimedia PM
organizzano MA CHE ESTATE 2009!
Serate di cinema africano, spettacoli intrattenimento


Venerdì 31 luglio, ore 21.30

CINEMA

Corti Multicolor:
Salomón regia di Ignacio Lasierra
Saving Mom & Dad [ Salvare mamma e papà ] regia di Kartik Singh
Na soncni strani Alp [ Sul versante soleggiato delle Alpi ] regia di Janez Burger
Coffee & Allah regia di Sima Urale

e in esclusiva

LA DEBOLE CORRENTE
documentario alla presenza della regista
Nicole Leghissa

Un film documentario di Nicole Leghissa con la preziosa collaborazione di Paolo Rumiz, prodotto dalla Tico Film Company e da Settimarte. Friuli – seconda meta’ dell’ Ottocento. Il giovane rampollo di una famiglia aristocratica parte alla scoperta delle macchie bianche sull’Atlante e delle terre incongnite d’Africa. Si chiama Pietro Savorgnan di Brazzà. È un idealista, un esploratore “a piedi nudi”. Un Lawrence d’ Arabia italiano. Brazzaville, Repubblica del Congo – ottobre 2006. Il dittatore Denis Sassou Nguesso inaugura un fastoso mausoleo in marmo di Carrara dedicato all’esploratore. Ma dietro il taglio dei nastri e le belle parole, si nasconde qualcosa… Ieri era il caucciù, l’avorio, il legno. Oggi è il petrolio. Una storia romantica di ieri che svela l’ atteggiamento cinico dei poteri forti di oggi. Nella storia delle conquiste coloniali, Pietro Savorgnan di Brazzà (Roma, 1852 – Dakar, 1905) è stato l’unico esploratore a conquistare un impero senza spargimenti di sangue, con la fiducia e la pace, e l’unico di cui una capitale africana, Brazzaville, porti ancora il nome.

 


Sabato 1 agosto, ore 21.30

CINEMA

TEZA
film di Haile Guerima
Premio Speciale della Giuria – Festival del Cinema Venezia 2008
Miglior Film al Fespaco 2009 (Burkina Faso)

Etiopia, 1990. Anberber è tornato al suo villaggio senza una gamba e con la testa affollata dai fantasmi. Lasciata l’Etiopia imperiale di Haile Selassie e rientrato in quella socialista di Haile Mariam Menghistu, Anberber ha studiato medicina nella Germania degli anni Settanta, interessata da una massiccia immigrazione africana e percorsa da tensioni e discriminazioni razziali. Il suo sogno più grande è quello di ritrovare l’abbraccio materno e di prendersi cura del suo popolo, afflitto dalle carestie e vessato da secoli di regimi dispotici. Rimpatriato e presa coscienza del disordine politico e sociale in cui versa il suo paese, scampa a un linciaggio e cerca conforto nel villaggio natio. Dentro il capanno e davanti al fuoco scoprirà la propria impotenza di fronte alla dissoluzione dei valori umani. Nel focolare domestico brucerà il suo passato e divamperà il desiderio di costruire il presente.

 


Domenica 2 agosto dalle 17.00 alle 23.00:

AFROPARTY – Festa africana


Festeggiamo insieme il primo anno di Afriradio
Stand gastronomici con cucina africana,
Expo artistici, Spettacoli, Musica dance africana con DJ

Tutte le attività si svolgono presso il parco dell’Istituto dei Missionari Comboniani,
Vicolo Pozzo n. 1 Verona – Ingresso gratuito, possibilità di parcheggio