Madagascar / Elezioni 2018

Sono 36 i candidati ammessi a partecipare alle elezioni presidenziali del 7 novembre in Madagascar. L’Alta corte costituzionale ha invalidato le candidature di 10 contendenti. Tra questi, il figlio dell’ex presidente Philibert Tsiranana.

Saranno tutti in corsa i “pesi massimi”. Gli ex capi di stato Didier Ratsiraka, Marc Ravalomanana ed Andry Rajoelina, così come l’attuale presidente Hery Rajaonarimampianina possono ufficialmente lanciare la corsa per la presidenza.

Una rivalsa per i tre ex capi di stato, perché a nessuno di loro era stato permesso partecipare alle ultime elezioni presidenziali del 2013.

Il paese, in preda a un’intricata crisi politica, è stato scosso da violente proteste, iniziate il 21 aprile, contro un pacchetto di riforme alla legge elettorale proposto dal presidente che avrebbe avvantaggiato lo stesso Rajaonarimampianina, tentando di escludere l’opposizione dalle elezioni. Le modifiche contestate sono state però respinte all’inizio di maggio dall’Alta corte costituzionale.

Il nuovo governo nato l’11 giugno scorso è responsabile anche dell’organizzazione delle elezioni legislative, fissate al 19 dicembre. (Radio France Internationale)