Mali / Minusma

Mercoledì 29 giugno il Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite ha rinnovato il mandato della missione delle Nazioni Unite in Mali (Minusma), considerata una delle più pericolose per i contingenti di peacekeeping a causa dei frequenti attacchi che negli ultimi mesi hanno colpito le forze di sicurezza operanti in loco. 

La decisione del rinnovo si è accompagnata a quella di rafforzare l’organico della missione, come richiesto dallo stesso Ban Ki-moon che aveva domandato in un recente rapporto al Consiglio di Sicurezza l’invio di ulteriori risorse sia umane che materiali, allo scopo di rinforzare la presenza dell’Onu nella turbolenta regione saheliana. 

La risoluzione, preparata dalla Francia e adottata all’unanimità dai 15 Paesi membri del Consiglio, estende per un anno il mandato della Minusma, autorizzandola ad “impiegare ogni mezzo necessario per perseguire con successo i propri obiettivi”. Il nuovo organico salirà a 13.289 soldati e 1.920 ufficiali di polizia.

Al-Qaida nel Maghreb islamico (Aqib) ha rivendicato lo scorso mese due attacchi contro postazioni Onu nel nord del Mali, nei quali hanno perso la vita un peacekeeper cinese e 3 civili. (Reuters)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati