Mali

Un poliziotto morto, due feriti. Veicoli e moto bruciati. Questo il bilancio finale dell’ attacco di presunti jihadisti nella cittadina di Misseni, non lontano dalle frontiere con Costa d’Avorio e Burkina Faso. È la prima volta che i gruppi armati, attivi nel nord, colpiscono la regione meridionale del Mali.
Gli jihadisti avrebbero anche issato la loro bandiera in un accampamento militare nella città prima di scomparire.
 Non è chiara la provenienza degli assalitori che potrebbero essere partiti sia dal territorio ivoriano che da quello burkinabé. Secondo un deputato della regione, Souleymane Ouattara, in Costa d’Avorio potrebbero esserci cellule jihadiste dormienti che avrebbero oltrepassato il confine.
 Secondo testimonianze citate dal portale web Malijet e riportato dalla Misna, dopo aver lasciato Misseni, gli uomini, una quarantina a bordo di moto, sarebbero stati avvistati nel villaggio di Palet, vicino al confine della Costa d’Avorio.
Le autorità di Bamako hanno già inviato sul posto truppe di rinforzo, che sono partite da Sikasso, capoluogo dell’area. (Rfi / Misna)

 

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati