Mali

Una delegazione ufficiale del governo maliano si è recata nella località di Kidal, occupata dai ribelli tuareg da maggio 2014. Lo riporta l’emittente radiofonica francese “Rfi”, secondo cui l’obiettivo della missione è quello di valutare i bisogni della popolazione locale.

La delegazione è stata accolta dai ribelli del Coordinamento dei movimenti dell’Azawad (Cma). Dal 2012 le scuole della città non sono operative, come anche gran parte degli ospedali della zona, chiusi o poco funzionanti. A questo si aggiunge il deficit energetico che ha lasciato la città senza corrente elettrica.

La città di Kidal, situata nel nord del paese, rischia di essere colpita inoltre dalla malaria, dopo che alcuni casi si sono registrati a Gao e Timbuctu. Secondo dati riferiti dal Cma, il virus avrebbe fatto già circa cento morti nel paese. “I casi di malaria aumentano con l’intensificarsi delle piogge”, ha detto Mahamadou Ali Thera del Programma contro la malaria in Mali.