Marocco

Il Marocco ha rinviato all’ultimo minuto e senza nessuna spiegazione l’inaugurazione programmata per del parco solare Noor 1, situato a Ouarzazate.

Con una capacità produttiva di 160 megawatt di elettricità, Noor-1 dovrebbe consentire al Marocco di ridurre significativamente le emissioni di gas serra.

Noor 1 è la prima fase di un mega-progetto che porterà alla nascita della più grande centrale solare del mondo a Ouarzazate, con una capacità di 580 megawatt.

Il regno, privo di importanti riserve di idrocarburi, ma ricco di sole, ha messo a punto un ambizioso piano di sviluppo delle energie rinnovabili che permetterà di soddisfare il 42% del suo fabbisogno energetico nel 2020.

Le importanti iniziative del Marocco nel campo delle grandi opere, specie nel campo dell’energia pulita, sono state confermate anche da una classifica della rivista Jeune Afrique sulle 10 infrastrutture più rilevanti del 2015 in Africa, tra queste ben tre sono progetti marocchini.

Oltre al sopracitato complesso solare Noor, c’è anche il parco eolico di Tarfaya e il “Wessal Port Casablanca”.

Il parco eolico di Tarfaya, il secondo più grande dell’Africa, è già operativo da un anno. I lavori per la realizzazione del progetto “Wessal Port Casablanca”, invece,sono iniziati a marzo scorso e ancora in corso d’opera. (Arabpress)