Migranti

 “Si chiude la struttura “Baobab”, come disposto dall’Autorità Giudiziaria per la restituzione dei locali alla proprietà. ieri si sono concluse le attività per la sistemazione degli ultimi ospiti”. Lo ha reso noto il Campidoglio. Il centro per rifugiati vicino alla stazione Tiburtina, con i suoi volontari era diventato simbolo dell’accoglienza alcuni mesi fa al culmine dell’emergenza migranti.

Gli operatori del Campidoglio si sono recati ieri al centro che si trova alle spalle della Tiburtina per ricollocare altri 25 migranti ma una decina sono scappati alla vista delle auto e del bus del Comune. Predisposto per 220 persone, dotato di piccole stanze, in sei mesi il Baobab ha accolto oltre 30 mila persone offrendo alloggio, pasti caldi, vestiti e cibo, anche con l’aiuto di moltissimi cittadini.

La chiusura è avvenuta – ha spiegato il Campidoglio – “come disposto dall’Autorità Giudiziaria per la restituzione dei locali alla proprietà e oggi si sono concluse le attività per la sistemazione degli ultimi ospiti”, ma “come già garantito dal Commissario straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, tutti hanno ricevuto la necessaria assistenza grazie anche all’impiego del personale del Dipartimento sociale”.

Intanto il flusso di migranti che tentano la via del Mediterraneo per raggiungere l’Europa non cessa nemmeno d’inverno. Più di 4.600 migranti sono stati soccorsi al largo delle coste libiche tra giovedì e sabato scorsi, secondo i dati forniti dal centro operativo della guardia costiera italiana. E altri sono arrivati ieri. Nella sola giornata di sabato, sono stati soccorsi 1.123 migranti alla deriva a bordo di sette gommoni e due imbarcazioni. (Rai News / Ansa)