Migranti

Nel 2017 hanno acquisito la cittadinanza italiana 224mila persone. Lo rende noto la Fondazione Ismu (iniziative e studi sulla multietnicità) sulla base di indicatori Istat (istituto nazionale di statistica). Negli ultimi dieci anni i nuovi cittadini sono 1, 1 milioni, con un progressivo aumento a partire dal 2013. Sempre dal 2006 al 2017 queste le nazionalità di origine straniera che hanno acquisito la nazionalità italiana: al primo posto i marocchini (216mila, pari al 19,1%), poi gli albanesi (189mila, pari al 16,6%), i rumeni (70mila, pari al 6,2%), gli indiani (42mila, pari al 3,7%), i bangladeshi (37mila, pari al 3,3%), i tunisini (34mila, pari al 3,0%), i pakistani (33mila, pari al 2,9%), i macedoni (32mila, pari al 2,8%) e i brasiliani (26mila, pari al 2,3%). L’Ismu stima che circa metà dei nuovi cittadini sia di religione islamica.