Il 16 gennaio padre Giuseppe Bertaina, 81 anni, missionario della Consolata, è stato ucciso da tre uomini durante un tentativo di rapina. P. Bertaina stava lavorando nel suo studio all’Istituto di Filosofia di Langata, a Nairobi, di cui era rettore e amministratore, quando un gruppo di persone è entrato, lo ha picchiato, legato e imbavagliato. Il missionario, che soffriva di patologie cardiache, è morto, soffocato dal sacchetto di plastica che gli hanno messo in bocca per non permettergli di chiamare aiuto. Una violenza gratuita che nasce dal clima di povertà dilagante e disgregazione sociale che il paese sta vivendo dopo gli scontri politico-religiosi dello scorso anno. Da Nairobi la testimonianza di p. Luigi Anataloni, direttore del magazine dei missionari della Consolata ‘The Seed’.

(A cura di Michela Trevisan)