‘Regalati’ migliaia di biglietti
Ad appena un mese dall’inizio dei Mondiali di Calcio in Sudafrica, i primi che si svolgeranno in Africa, centinaia di migliaia di biglietti rimangono ancora invenduti. Ecco che la Fifa corre ai ripari, se non altro guadagnando in immagine, offrendo 27 mila biglietti agli operai degli stadi.

Non solo pochi privilegiati. Le partite dei Mondiali di Calcio in Sudafrica vedranno tra il pubblico anche 27.000 operai, quelli che da mesi lavorano per la costruzione degli stadi.

Manca poco più di un mese al primo fischio e più di 250 mila biglietti attendono ancora di essere comprati. Perché non regalarne alcuni dunque? Ognuno degli operai che hanno lavorato alla costruzione degli stadi per i Mondiali, riceverà due biglietti gratuiti «in omaggio al contributo» che hanno dato. Ad annunciarlo, ieri, è stato Danny Jordaan, responsabile del locale comitato organizzatore della Fifa.

A partire dal 17 Maggio, ogni lavoratore potrà ritirare due tagliandi: in tutto sono 54.000. Così, gli operai che hanno lavorato nello stadio ‘Soccer City’ di Johannesburg saranno tra il pubblico per la partita inaugurale dell’11 giugno tra il Sudafrica e il Messico.

Altri 66.000 biglietti saranno invece consegnati dalla Fifa a cittadini sudafricani coinvolti in programmi comunitari e sociali, organizzati in vista di questo grande evento sportivo.

Mossa generosa, o flop nelle vendite? Certo è che i costi dei biglietti risultano proibitivi per la stragrande maggioranza degli africani, che infatti finora hanno acquistato solo il 2% dei biglietti venduti: in tutto 11.300 tagliandi.

È per questo che altri biglietti, sono stati messi in vendita al prezzo più ‘accessibile’ di circa 14 euro. Una somma che però resta ancora molto alta per i locali, visto che corrisponde, in media, a una giornata di stipendio di un operaio non qualificato.