Mozambico / Politica

Il governo mozambicano si è detto disponibile a modificare la Costituzione per permettere all’opposizione, Resistenza nazionale mozambicana (Renamo), di governare nelle sei provincie in cui ha ottenuto la maggioranza dei voti alle elezioni del 2014. Lo hanno fatto sapere le due parti con un comunicato, diffuso mercoledì. “Si devono trovare il più presto possibile meccanismi legali per la nomina provvisoria dei governatori delle province amministrate dalla Renamo e la preparazione del pacchetto legislativo deve essere completata entro la fine di novembre 2016” ha detto il portavoce della Renamo, Jose Manteigas. L’accordo tra partito di maggioranza, Fronte di liberazione del Mozambico (Frelimo) e opposizione è considerato molto importante per la pace in Mozambico. La tensione nel paese si è alzata dopo le elezioni del 2014, riportando alla memoria i 16 anni di guerra civile, conclusa nel 1992. Dopo la rielezione del Frelimo, Renamo ha rifiutato l’esito del voto, riprendendo le armi. Anche mentre i negoziatori delle due parti firmavano l’accordo, i miliziani Renamo attaccavano i civili nelle zone rurali del sud.
Fuori dall’accordo resta il secondo maggior partito di opposizione, il Movimento democratico del Mozambico (MdM) che insiste nel voler cambiare la legge, in modo che i governatori provinciali sono siano nominati, ma eletti direttamente dai cittadini. (News24)