Mozambico / Ciclone Kenneth

Nuovo, duro colpo per il paese, interessato dal passaggio di un nuovo ciclone, Kenneth, che ha ucciso almeno cinque persone.

Prima di raggiungere il Mozambico la sera del 25 aprile, Kenneth ha travolto l’arcipelago delle Comore, provocando tre morti.

In Mozambico il governo ha detto che la maggior parte delle abitazioni sull’isola di Ibo, che ospita circa 6.000 persone, sono state distrutte.

Le forti piogge nel nord del paese hanno allagato parte di Pemba, capoluogo della provincia di Cabo Delgado, dove le squadre di soccorso hanno evacuando molti residenti e 4.500 persone hanno cercato riparo nei centri di accoglienza. A complicare gli sforzi dei soccorritori il fatto che molte strade sono state spazzate via e alcune zone sono raggiungibili solo in elicottero.

Anche se il ciclone si è indebolito rapidamente e si è spostato in zone meno popolate a nord di Pemba, ha finora sfollato 163.000 persone e distrutto quasi 30.000 case, secondo il Programma alimentare mondiale.

Solo sei settimane fa il devastante ciclone Idai si era abbattuto sul Mozambico (e poi su Zimbabwe e Malawi), provocando oltre 600 morti e più di 1.600 feriti.

Il Segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha esortato la comunità internazionale a fornire sostegno alle comunità colpite, a breve, medio e lungo termine. (New York Times)