Mozambico

Per la prima volta, la Gran Bretagna avrà come proprio ambasciatore all’estero una donna afro-originaria. La prescelta è NneNne Iwuji-Eme, pronta ad assumere a luglio la guida della rappresentanza diplomatica di Londra in Mozambico.

“Spero che questa nomina sia fonte d’ispirazione perché giovani talenti, indipendentemente dalla razza o dal background, ambiscano al Foreign Office” ha detto Iwuji-Eme. “Non vedo l’ora – ha aggiunto – di rafforzare i rapporti tra Gran Bretagna e il Mozambico, paesi entrambi membri della famiglia del Commonwealth”.

La diplomatica ha alle spalle 16 anni di lavoro al ministero degli Esteri britannico, un incarico come economista nel ministero dell’Ambiente e nella multinazionale anglo-olandese Royal Dutch Shell.
Ancora oggi a Londra, le nomine ad ambasciatore riguardano per lo più uomini. La quota delle donne è però cresciuta del 200% negli ultimi dieci anni e oggi supera il 32%. Il 13% dei funzionari del Foreign Office, invece, provengono da minoranze etniche. (Agenzia Dire / Africanews)