Nigeria

Il presidente Muhammadu Buhari ha presentato una seconda lista di candidati ministeriali alla Camera Alta del parlamento per l’approvazione. Lo ha riportato il presidente del Senato, Bukola Saraki, in un tweet di lunedì scorso. I 15 nomi, che non sono ancora stati rivelati, dovrebbero essere annunciati oggi in parlamento da Buhari stesso.

A inizio mese il presidente nigeriano aveva presentato al Senato una prima lista di 21 candidati. In totale deve nominarne 36, uno per ogni Stato del paese. Buhari è stato ripetutamente criticato per non essere riuscito a nominare un gabinetto dal suo insediamento alla presidenza, avvenuto lo scorso 29 maggio. Nel frattempo, la maggiore economia africana ha subito un forte rallentamento a seguito del crollo del greggio sul mercato.

Fra i nomi più significativi della prima lista pubblicata da Saraki la scorsa settimana era emerso quello di Emmanuel Ibe Kachikwu, attuale vertice della compagnia petrolifera di stato. Sakari non aveva rilasciato dettagli sui portafogli, ma fonti dell’industria petrolifera riportano che Kachikwu dovrebbe essere nominato ministro del Petrolio sotto la supervisione di Buhari. Il 30 settembre scorso tuttavia il presidente aveva nominato sé stesso a capo del ministero del Petrolio, riportando alla Reuters che intenderebbe continuare a ricoprire tale incarico.

Buhari aveva invece designato Kachikwu, ex-manager della Exxon-Mobil, a capo della compagnia petrolifera nazionale (Nnpc), dopo aver licenziato la precedente dirigenza nel tentativo di contrastare corruzione e inefficienza. (Reuters)