Nigeria / Boko Haram

Ferragosto di sangue a Maiduguri, capitale dello stato di Borno, nel nordest della Nigeria. Secondo quanto riferito da fonti locali, ieri una donna kamikaze si è fatta esplodere uccidendo 27 persone e ferendone 83 in un mercato del villaggio di Konduga, mentre altri due sospetti appartenenti al movimento jihadista Boko Haram facevano altrettanto, ferendo un numero imprecisato di persone all’ingresso del vicino campo profughi.

Nonostante la campagna militare dell’esercito nigeriano che ha allontanato Boko Haram dalle sue roccaforti, il movimento, ripegato nel sudest del Niger e nell’area del vicino lago Ciad, continua da anni a colpire con ferocia la popolazione, costretta a fuggire. Sono quasi 3 milioni sgli sfollati interni causati dalle violenze dei terroristi nel nordest. (Reuters)