Nigeria / Guinea Equatoriale

Un portavoce del presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha riferito che la Nigeria e la Guinea Equatoriale hanno siglato un accordo per creare una forza di polizia congiunta nel Golfo della Guinea al fine di rafforzare la sicurezza in un area che negli ultimi anni è stata presa di mira dalla pirateria.

L’accordo, che fa da sfondo ad un intesificarsi degli attacchi ai gasdotti nella regione del Delta del Niger, è stato siglato martedì da Buhari e prevede un’intensificazione dei controlli congiunti per prevenire i crimini in mare come appunto la pirateria e il furto del pretolio, ma anche il sabotaggio delle piattafrome petrolifere e il traffico di armi.

Le incursioni dei pirati nel Golfo della Guinea, un regione ricca di riserve petrolifere, oltre che di materie prime come il cacao e i metalli per il commercio mondiale, rappresentano una minaccia per le spedizioni marittime delle compagnie interessate. I pirati infatti assaltano e sequetrano grandi imbarcazioni come le petroliere per fare ostaggi e richiedere riscatti, e spesso rivendono il petrolio rubato. (Reuters)