Nigeria / Terrorismo

In una dichiarazione rilasciata ieri, l’esercito nigeriano ha promesso 3 milioni di naira, il corrispettivo di circa 8 mila dollari americani per qualsiasi informazione credibile sul nascondiglio del leader del gruppo terroristico di Boko Haram, Abubakar Shekau, ora fuggitivo.

Questa dovrebbe essere la terza taglia posta sulla sua testa dal 2012. Nel novembre 2012, il governo federale nigeriano offrì circa 800 mila dollari per qualsiasi informazione che avesse potuto portare all’arresto di Shekau. Nel giugno 2013, gli Usa dichiararono ufficialmente Boko Haram un’organizzazione terroristica e posero una taglia di circa 7 milioni per la cattura del suo leader. Considerando quanto offerto dall’esercito nigeriano quest’anno, sembra che il valore di Shekau diminuisca con il diminuire della pericolosità del suo gruppo.

 “La persona che crede nel nazionalismo è colei contro la quale noi siamo in guerra, la persona che crede nella diffusione dell’educazione occidentale, che è piena di miscredenza, è colei che stiamo combattendo” ha dichiarato Abubakar Shekau in un video di circa dieci minuti rilasciato qualche giorno dopo la dichiarazione dell’esercito nigeriano che sosteneva di aver completamente sconfitto il gruppo terroristico.

L’esercito ha spesso dichiarato di aver ucciso Abubakar Shekau, il quale prontamente smentiva tramite un comunicato video. È dall’ottobre 2015 che Shekau è sulla lista dei cento membri più pericolosi di Boko Haram. (All Africa / The Guardian)