L’ultimo numero del 2009 di Nigrizia
E’ il Sudan il cuore di questo ultimo numero dell’anno pubblicato dal mensile Nigrizia. E ci si accorge subito del tema centrale affrontato e analizzato nell’editoriale e nel dossier. Basta osservare l’immagine di copertina: soldati che esultano, kalasnikov levati al cielo, per la firma degli accordi di pace, il 9 gennaio 2005. Una pace, quella tra Nord e Sud, oggi più fragile che mai…

Tra i tanti approfondimenti che questo numero di dicembre ci offre, troviamo un ampio spazio dedicato al cinema, ama anche al teatro, e poi la politica (o meglio la geo-politica). E allora ecco le storie di migliaia di migranti espulsi dall’Angola e dalla Rd Congo che si contendono il greggio custodito nelle profondità marine, e ancora le libertà di stampa violate, in Tunisia e Marocco, con la complicità silenziosa dell’Europa, oppure la corsa alla produzione di bio combustibile della Tanzania portata avanti dal governo a scapito dei contadini.
Insomma, 80 pagine ricche, come sempre, di informazioni utili per capire dove sta andando il continente. Un continente sempre più legato all’Europa.

 

(L’intervista a Franco Moretti, direttore di Nigrizia, è stata estratta dal programma radiofonico Focus, di Michela Trevisan)

 




Acquista
l’intera rivista in versione digitale