Il numero di novembre della rivista
Un lungo reportage dedicato alla Somalia, la questione delle “navi a e perdere”, e, ancora, la crisi economica mondiale. Sono solo alcuni dei contenuti del nuovo numero di Nigrizia, raccontati, in un’intervista radiofonica, dal direttore, Franco Moretti.

Sfogliare il numero di novembre del mensile comboniano Nigriza vuol dire entrare subito nel vivo di uno dei conflitti più lunghi e politicamente intricati del continente.
La Somalia, senza un governo centrale dal 1991, raccontata anche con le immagini di un reportage dalla capitale. Non mancano gli approfondimenti su aspetti meno noti di questa guerra, come l’impegno in armi degli islamici sufi, tradizionalmente molto moderati, contro i fratelli integralisti di Hizb Al Islam e Al Shabaab. La questione delle cosiddette “navi a perdere”, dei traffici di rifiuti tossici e materiale radioattivo da smaltire, negli anni ’90, e del redditizio business che la Somalia rappresentava per il governo italiano e per alcuni suoi imprenditori.

“Crescita senza sviluppo” è invece il titolo del focus dedicato alla crisi economica mondiale e ai suoi riflessi sul continente. Continente che fa i conti anche con il passato e con gli ideali, spesso falliti, di una rinascita, dopo l’abbattimento del muro di Berlino, 20 anni, e la fine della guerra fredda.
Infine il dossier, che ci porta a conoscere a fondo la questione universale del diritto alla terra, visto dai movimenti contadini africani.

(L’intervista a Franco Moretti, direttore di Nigrizia, è stata estratta dal programma radiofonico Focus, di Michela Trevisan)

 

 



NOVITA’:

acquista
l’intera rivista in versione digitale