Oggi parliamo dell’aumento di poteri del presidente dello Zimbabwe, di una legge che criminalizza il sacrificio umano in Uganda e dell’ottava edizione del festival del cinema nigeriano.

Zimbabwe: approvate modifiche costituzionali che aumentano il potere del presidente

In Zimbabwe il parlamento, dominato dal partito al potere fin dall’indipendenza, lo Zanu-Pf, ha approvato emendamenti costituzionali che permetteranno al presidente Emmerson Mnangagwa di scegliere i giudici della Corte costituzionale, della Corte suprema e dei massimi tribunali del paese, senza l’approvazione dei legislatori.
La manovra, contestata dalle organizzazioni per i diritti umani, riporta il paese ai tempi della dittatura di Robert Mugabe che aveva avuto poteri simili, eliminati nel 2013 con il varo della nuova costituzione.
Dewa Mavhinga, capo di Human Rights Watch per l’Africa meridionale, ha esortato le organizzazioni per i diritti dello Zimbabwe a contestare la legge in tribunale e a indire proteste.

Uganda: varata una legge che criminalizza il sacrificio umano

Il parlamento ugandese ha approvato ieri un disegno di legge che criminalizza il sacrificio umano. La legislazione prescrive la pena di morte per chi viene condannato per aver commesso sacrifici umani o per aver finanziato la pratica. Inoltre, viene punito con l’ergastolo il possesso di parti umane, il loro uso in medicina, per la vendita o l’uso personale.
La pratica del sacrificio umano è descritta come “molto comune” dall’ong World Vision Uganda, promotrice della legge, e riguarda principalmente l’uccisione di bambini con il coinvolgimento di loro parenti.

Nigeria: al via l’ottava edizione del festival del cinema Nollywood Week

Inizia oggi, per la prima volta in versione on line, l’ottava edizione del festival del cinema nigeriano Nollywood Week che terminerà domenica.
Lo scorso anno, il festival era stato annullato a causa del Covid-19 e ora riprende il suo cammino proponendo una trentina di corto e lungometraggi tra cui 4 anteprime: i temi portanti sono la discriminazione razziale e il mondo della malattia mentale.
Nollywood è un’industria che produce circa 2000 film l’anno, spesso lavori realizzati con un budget molto limitato, e ha molto risentito della lunga chiusura nel 2020 delle sale cinematografiche che hanno riaperto le porte solo lo scorso settembre.
Nollywood Week prevede anche un premio del pubblico: il regista che lo vincerà avrà in dotazione alcune telecamere di alta gamma.