Forze di sicurezza davanti all'hotel Afrik di Mogadiscio, colpito da un attacco riventicato da al-Shabaab (inspiredtraveler.ca)

Oggi parliamo di un attentato terroristico a Mogadiscio, a pochi giorni dalle elezioni in Somalia, del Forum politico sulla Libia, in corso a Ginevra, e del rinvio in Burkina del Festival di cinema africano Fespaco.

Somalia: 9 morti in un attacco terroristico in un hotel di Mogadiscio. Farmajo convoca il Forum consultivo nazionale

La Somalia si avvicina al voto in un clima di grande tensione e insicurezza. Ieri 9 persone sono morte (tra cui 4 assalitori) e 10 civili sono rimasti feriti (tra cui un giornalista) in un attacco contro l’Hotel Afrik di Mogadiscio, rivendicato da al-Shabaab. Il primo ministro Mohamed Hussein Roble ha dichiarato che tra le vittime c’è l’ex generale ed ex ministro della difesa Mohamed Nur Galal.

Intanto il presidente Mohamed Farmajo (il cui mandato scade l’8 febbraio, giorno nel quale dovrebbero svolgersi le elezioni parlamentari) ha convocato un incontro con i capi degli Stati federati (Forum consultivo nazionale – Ncf) che si terrà da oggi a mercoledì. Il 27 gennaio i due stati federali Puntland e Jubbaland hanno accettato di prendere parte al processo elettorale, chiedendo una riunione urgente del Ncf. Farmajo ha anche annunciato che venerdì parlerà al parlamento.

Libia: a Ginevra 70 delegati riuniti per la nomina di un primo ministro e del consiglio di presidenza

I 70 delegati del Libyan Political Dialogue Forum, voluto dall’Onu, si ritroveranno da oggi a Ginevra per provare a scegliere un nuovo primo ministro e tre membri del consiglio di presidenza. La missione Onu nel paese ha pubblicato due liste, la prima contenente i 24 candidati per il Consiglio presidenziale e la seconda con i 21 nomi per l’incarico di primo ministro.

Tutte le persone indicate si sono impegnate a rispettare il percorso indicato dal Forum per portare il paese alle elezioni del 24 dicembre. Tra le persone indicate per far parte del Consiglio presidenziale c’è il presidente della Camera dei rappresentanti di Tobruk, Aguila Saleh. Tra i candidati per la posizione di primo ministro figurano invece il ministro dell’interno del Gna, Fathi Bashagha, e il suo vice Ahmed Maiteeg. Le votazioni si svolgeranno dal primo al 5 febbraio.

Burkina Faso: rinviato sine die il festival cinematografico biennale Fespaco

Doveva tenersi tra il 27 febbraio e il 6 marzo, ma il consiglio dei ministri del Burkina Faso, a causa della pandemia di Covid-19, ha deciso di rinviare a data da destinarsi la 27ª edizione del Festival panafricano del cinema e della televisione di Ouagadougou (Fespaco). Il paese dell’Africa occidentale sta affrontando la seconda ondata del virus e quindi ha scelto la strada della prudenza, ma gli organizzatori non escludono che la manifestazione possa tenersi più avanti.

Il Fespaco – il principale appuntamento del cinema in Africa – si tiene ogni due anni dal 1969. Nell’edizione del 2019, 160 film di tutto il continente e anche della diaspora hanno concorso per il premio l’Etalon de Yennega. In tempi normali, il Festival catalizza l’attenzione di 5mila professionisti del settore e circa 100mila spettatori.