Oggi parliamo del basso tasso di diagnosi di casi di Covid-19 in Africa, dell’annuncio dell’uccisione del capo del gruppo jihadista Iswap in Nigeria e del calo delle azioni di pirateria marittima nel 2020.

Oms: in Africa non diagnosticati l’85% dei casi di Covid-19

In Africa si rileva solo 1 contagio di Covid-19 su 7. Lo afferma l’Organizzazione mondiale della sanità, che stima pari a 59 milioni la cifra reale dei casi nel continente, a fronte degli 8 milioni segnalati finora. In generale, le uniche persone testate sono coloro che si presentano ai centri sanitari con sintomi e coloro che intendono mettersi in viaggio. Questo significa che un numero enorme di casi asintomatici non viene individuato. L’Oms sta quindi potenziando lo screening comunitario in 8 paesi con l’obiettivo di sottoporre a test rapidi 7 milioni di persone nel 2022. Le nazioni individuate sono Burundi, Costa d’Avorio, Repubblica democratica del Congo, Guinea Bissau, Mozambico, Repubblica del Congo, Senegal e Zambia.

Nigeria: l’esercito annuncia l’uccisione del leder dell’Iswap

In Nigeria il capo della difesa, generale Lucky Irabor, ha dichiarato che Abu Musab al-Barnawi, leader del gruppo jihadista provincia dello Stato islamico dell’Africa occidentale (Iswap), è morto. La notizia, sulle cui le circostanze Irabor non ha fornito chiarimenti, non è stata per ora confermata dal gruppo terrorista. Al-Barnawi è il terzo leader di importanti movimenti jihadisti ucciso in Africa occidentale quest’anno, dopo Abubakar Shekau di Boko Haram, morto a maggio, e Adnan Abu Walid al-Sahrawi dello Stato Islamico nel Grande Sahara (Isgs), ucciso ad agosto.

In calo nel 2020 le azioni di pirateria marittima nel mondo

Nei primi nove mesi del 2021 sono stati segnalati in tutto il mondo 97 episodi di pirateria marittima e rapine a mano armata contro navi, il numero più basso registrato dal 1994. Lo ha affermato l’International maritime bureau (Imb). Continua la violenza contro i marinai, con 51 membri dell’equipaggio rapiti, 8 presi in ostaggio, 3 feriti, e uno ucciso. Il rapporto aggiunge che la regione del Golfo di Guinea ha registrato 28 episodi di pirateria nel periodo monitorato, rispetto ai 46 dei primi 9 mesi del 2020. La Nigeria ha riportato solo 4 incidenti, rispetto ai 17 del 2020 e ai 41 del 2018. Secondo il rapporto, la riduzione degli episodi nella regione del Golfo di Guinea è il risultato del rafforzamento delle misure di sicurezza marittima e di un migliore coordinamento tra le autorità regionali e nazionali.

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati