R.D. Congo

Una campagna per vaccinare più di 11 milioni di persone contro la minaccia della febbre gialla inizierà, nella Repubblica Democratica del Congo (RDC), il 20 luglio, ad annunciarlo il ministro della sanità congolese Felix Kabange.

Kabange, lunedì, ha riferito che l’obiettivo della campagna è quello di riuscire a vaccinare il maggior numero di persone che abitano nella capitale Kinshasa e nelle province di Kwango, Lualaba e Kasai. La campagna non riguarderà i bambini sotto i 9 mesi.

Il ministro della sanità, la settimana scorsa aveva dichiarato lo scoppio di un’epidemia di febbre gialla in tre province del paese dell’Africa centrale, la dichiarazione ufficiale è stata resa necessaria dal fatto che il paese ha registrato 67 casi di malattia, con cinque morti. Le province colpite includono la capitale Kinshasa, il Congo centrale e Kwango.

Nel frattempo Medici senza frontiere ha riferito di aver vaccinato circa 350.000 persone a Matadi, capitale del Congo Centrale, una delle province colpite.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) recentemente aveva dichiarato che a causa della diminuzione delle scorte di vaccini, la dose somministrata normalmente contro il virus sarebbe potuta diminuire. (Reuters)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati