Repubblica Democratica del Congo

Il presidente di Federacciai Antonio Gozzi, che ricopre anche la carica di presidente del gruppo siderurgico Duferco con sede a Lugano, è stato fermato in Belgio insieme Massimo Croci, dirigente della stessa azienda e direttore di diverse filiali europee. L’accusa, confermata dalla Procura Federale, è di aver elargito mazzette ad alcuni funzionari della Repubblica democratica del Congo al fine di ottenere degli appalti.

Duferco: pressione inammissibile
La notizia è stata diffusa dalla stessa Duferco che spiega che i manager erano andati spontaneamente dall’Italia in Belgio per testimoniare in un’indagine per un caso di corruzione che ha portato all’arresto del sindaco di Waterloo, Serge Kubla: “Questo modo di procedere non può essere definito se non come un mezzo di pressione inammissibile”.

Il gruppo Duferco
La Duferco è di origine brasiliana e impiega 3000 persone in tutto il mondo. Oggi la società è controllata dalla cinese Hebei Iron and Steel Group. (Rainews)