Rd Congo / Elezioni 2018

Dalla sede centrale di Kinshasa protetta dalla polizia in tenuta anti-sommossa, la Commissione elettorale della Repubblica democratica del Congo (Ceni) ha proclamato l’oppositore Felix Tshisekedi vincitore delle elezioni presidenziali del 30 dicembre.

I risultati, provvisori, sono stati annunciati nella notte, con tre giorni di ritardo rispetto alla scadenza fissata. Stabiliscono che Tshisekedi ha ottenuto il 38.57% dei consensi, battendo Martin Fayulu (34,8%), candidato della coalizione d’opposizione Lamuka, che ha definito “ridicoli” i risultati, denunciando un “golpe elettorale”.

Al terzo posto, con il 23,8% dei voti, si è posizionato Emmanuel Ramazani Shadary, uomo del presidente uscente Joseph Kabila, che lascerà il potere dopo 18 anni di governo.

Il tasso di partecipazione è stato del 47,46%.

Per il paese si tratta di una svolta storica: è infatti la prima volta che un oppositore viene eletto presidente con un processo democratico di voto dopo l’indipendenza dal Belgio, nel 1960.

Il figlio dello storico avversario del regime, Etienne Tshisekedi, morto il 1 febbraio 2017, ha potuto contare sull’alleanza con un’altra figura di primo piano della politica congolese, Vital Kamehre, che dovrebbe essere nominato primo ministro. I due si erano ritirati dalla coalizione delle opposizioni che sostiene Fayulu, decidendo di correre da soli.

Sarà la Corte Costituzionale che proclamerà i risultati finali delle elezioni presidenziali dopo aver esaminato prevedibili ricorsi. Secondo il programma attuale, si prevede che i risultati finali saranno pubblicati entro il 15 gennaio. La cerimonia di insediamento era inizialmente prevista per il 18 gennaio. (Radio France Internationale / Voice of America)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati