R.D.Congo / Diritti umani

Nei primi cinque mesi del 2016 è stato registrato in Repubblica democratica del Congo un numero di violazioni dei diritti umani per motivazioni politiche maggiore rispetto allo scorso anno. È quanto emerge da un rapporto dell’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani, secondo cui nel solo mese di maggio sono stati registrati 155 casi di violazioni.

A rischio, avverte l’Onu, è soprattutto la libertà di protestare pacificamente. Il mese scorso ben 30 manifestazioni dell’opposizione sono state annullate o represse con la forza dalle forze di sicurezza. Le violenze hanno riguardato in particolare la provincia del Nord Kivu, seguita dalla capitale Kinshasa e dall’ex provincia di Katanga.

Il rapporto Onu segue uno studio pubblicato la scorsa settimana dal comitato che riunisce le agenzie delle Nazioni Unite e le organizzazioni non governative, secondo cui nei prossimi mesi nuove violenze potrebbero infiammare il paese, come accaduto nel vicino Burundi. (Agenzia Nova)