Repubblica democratica del Congo

Fondatore di un sito d’informazione sulle violenze nella regione del Nord Kivu nella Repubblica democratica del Congo, Vincent Machozi, prete assunzionista di Bunyuka nel territorio di Beni, è stato ucciso domenica notte da un gruppo di uomini armati che hanno fatto irruzione nel convento dove risiedeva durante una riunione.

Amisi Kalonga, amministratore del territorio del Beni, ritiene che si sia trattato di un assassinio mirato: si voleva uccidere p. Machozi e Abdul Paluku Kalemire III, capo della comunità di Bashu, in missione nella zona e ospite dello stesso convento.

Secondo quanto ha dichiarato Kalonga «il gruppo armato, composto da circa una decina di uomini, ha manacciato i lavoratori della parrocchia e cercava il capo della collettività e il prete». Ha inoltre aggiunto che «la loro missione era evidentemente quella di uccidere» ma non sono riusciti completamente nella loro efferata missione. Fonti della sicurezza hanno riferito che dopo l’omicidio gli assassini sono fuggiti a bordo del veicolo della comunita di Bashu, abbandonandolo poi in un altro villaggio.

Pochi giorni prima della sua uccisione, p. Machozi aveva postato un articolo in cui si denunciavano le implicazioni dei presidenti della R.D.Congo e del Rwanda nei massacri di civili nella regione attorno a Beni che ormai dall’ottobre 2014 continuano a susseguirsi senza sosta.

Secondo fonti locali interpellate da Nigrizia gli uomini armati indossavano le divise dell’esercito congolese (Fardc). (Il Sismografo / Radio Okapi)

Poche ore prima, anche un sacerdote dell’Ordine dei Chierici Regolari Minori (Padri Caracciolini) è stato ferito gravemente in un agguato stradale, a Katwiguru, 30 km da Rutshuru sempre nel Nord Kivu.

Padre Jonas, che opera presso la parrocchia di Nyamilima, si stava recando a celebrare la Messa quando, intorno alle 7 del mattino, la sua automobile sarebbe stata attaccata da uomini armati, presumibilmente guerriglieri delle Fdlr (Forze Democratiche di Liberazione del Rwanda), all’entrata del villaggio di Katwiguru.

P. Jonas è stato raggiunto da cinque proiettili: al braccio destro, ad una gamba e alla colonna vertebrale. Il suo autista è stato colpito da due proiettili alle braccia. Colpita pure una ragazzina che era a bordo. (Fides)