Rd Congo / Petizione per Beni

Il Segretario generale dell’Onu, il presidente del parlamento europeo e l’Alto rappresentante europeo per la sicurezza sono i principali destinatari di una petizione che denuncia i brutali massacri che stanno avvenendo nel nordest della Repubblica democratica del Congo, nelle zona di Beni, Lubero e Butembo, chiedendo alla comunità internazionale di intervenire al più presto. Nella petizione, che ha raccolto già 10.159 firme, si parla di pulizia etnica: “nella zona di Beni sono avvenuti e tuttora avvengono orribili massacri, moltissime persone dell’etnia Nande sono state sgozzate, le braccia di numerosi bambini amputate, le donne violentate e sventrate, famiglie intere massacrate e brutalmente uccise” si legge. “La sequenza incessante di brutali omicidi contro la popolazione inerme in vari villaggi della zona, che continua nonostante la presenza dell’esercito congolese e dei caschi blu delle Nazioni Unite, è estremamente inquietante e fa intravedere un disegno criminale portato a termine con agghiacciante spietatezza per spazzare via con la violenza e il terrore i civili residenti nell’area”. Lo scorso maggio i responsabili delle organizzazioni della società civile locale avevano denunciato le uccisioni di 1.116 persone e 1.470 rapimenti negli ultimi due anni. Per chiedere all’Europa di intervenire si è appena concluso il viaggio a piedi da Verona a Bruxelles di John Mpaliza. (Change.org) #SAVEBENI