R.D.Congo / Ribelli

Sei ribelli ugandesi delle Forze Democratiche Alleate (Adf) e un soldato congolese sono rimasti uccisi ieri a Beni, nella Repubblica democratica del Congo orientale, in seguito agli scontri avvenuti tra le due parti in lotta.

Il tenente Mak Hazukay, portavoce dell’Operazione Sokola 1, ha confermato la notizia, aggiungendo che altri 2 soldati congolesi sono rimasti gravemente feriti nella sparatoria. Sokola 1 è la missione militare messa in campo dall’esercito dell’R.D.Congo per combattere le forze ribelli che si nascondono nelle montagne orientali. Lo scontro di ieri è avvenuto a Kokola, nella provincia turbolenta di Nord Kivu.

Forze ribelli combattono nella Repubblica democratica del Congo dal 1995. Le milizie dell’Adf si oppongono al presidente ugandese Museveni, in carica dal 1986.

La missione Onu nel paese (Monusco) e le forze governative hanno lanciato negli ultimi mesi un’offensiva militare congiunta per contrastare le attività dei gruppi ribelli, ritenuti responsabili della morte di oltre 600 civili nell’area di Beni dall’ottobre 2014.

Da oltre un ventennio la provincia di Nord Kivu è tormentata da conflitti interetnici, dispute territoriali e competizione per il controllo delle risorse minerarie. (Africanews)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati