Rd Congo / Nord Kivu

Durante un’operazione militare contro milizie attive nell’est della Repubblica democratica del Congo le forze congolesi hanno ucciso un leader ribelle e quattro delle sue guardie del corpo.

Si tratta di Musabimana Juvenal, alias generale Jean-Michel Africa (nella foto), colpito durante un intenso scontro a fuoco a Rutshuru, nella provincia del Nord Kivu, ha riferito l’esercito.

Juvenal era un leader della milizia di etnia Hutu Forze Democratiche per la Liberazione del Rwanda (FDLR) formata nella Rd Congo a seguito del genocidio dei Tutsi del 1994 nel vicino Rwanda. La sua uccisione arriva due mesi dopo quella di un altro comandante delle FDLR, Sylvestre Mudacumura, a settembre.

Sempre nella travagliata regione del Nord Kivu, fonti militari hanno riferito che quattro civili sono stati uccisi sabato in un attacco da parte della milizia ugandese Forze Democratiche Alleate (ADF) a Eringeti, a circa 60 km dalla città nord-orientale di Beni. Le stesse fonti riferiscono che 25 uomini dell’ADF sono stati uccisi in scontri durati diversi giorni con l’esercito che ha perso sei soldati. (Al Jazeera)