Repubblica democratica del Congo

“La nostra lotta contro i gruppi armati nella Rdc viene ostacolata politicamente”. Martin Kobler, il capo della missione di pace dell’Onu nella Repubblica democratica del Congo (denominata Monusco), ha commentato cosi le ultime accuse rivolte dalle istituzioni congolesi nei confronti della missione di pace da lui guidata.

Il governatore della provincia del Nord Kivu, Julien Paluku, ieri aveva accusato le Nazioni Unite di essere responsabili della morte di cinque civili durante un’operazione condotta da elicotteri della Monusco ai danni dei ribelli nei pressi di Pinga . Paluku, ha dichiarato di aver incontrato “una delegazione” appena rientrata da Pinga, e ha incolpato le forze Onu di aver “bombardato un villaggio abitato essenzialmente da civili” e aveva successivamente chiesto di incontrare i responsabili della missione Onu per capire sulla base di quali informazioni era stata avviata l’azione militare.

Secondo il portavoce, Stephane Dujarric, la Mnusco, dopo aver condotto un’indagine sui fatti, ha concluso che “le accuse di ieri non sarebbero precise (…). L’obiettivo erano combattenti armati e l’operazione è stata condotta in conformità con il mandato e le regole d’ingaggio della Monusco”. La missione Onu, dopo essersi recata sul posto e aver visitato il vicino ospedale di Pinga, ha affermato di aver ucciso un solo ribelle e di aver raccolto molte armi abbandonate.
 Il team ha anche armi raccolte lasciato lì e ha visitato l’ospedale di Pinga, nella zona in cui si svolge l’operazione.

L’attacco era stato descritto come un’“operazione mirata” contro i guerriglieri del gruppo Nduma Defense Congo (Ndc), che avevano dato alle fiamme numerosi villaggi della zona nei giorni precedenti.

Quest’ultimo evento aumenta le incomperensdioni e la tensione tra la missione Monusco e il governo di Kinshasa che dovrebbero lottare in maniera coordinata contro i gruppi ribelli che devastano il nord est del paese da più di ven’anni alimentati dalla competizione per il controllo delle ricche risorse minerarie della regione e dalle rivalità tra le potenze regionali. (Jeune Afrique / Afp)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati