Rd Congo

L’ultima parola l’ha detta la Corte costituzionale della Repubblica democratica del Congo: Jean-Pierre Bemba non sarà candidato alle presidenziali del 23 dicembre. La Corte ha dato ragione alla Commissione elettorale che il 24 agosto aveva dichiarato ineleggibile (con altri 5 candidati) l’ex capo ribelle perché condannato per “subornazione” (corruzione per falsa testimonianza) dalla Corte penale internazionale. Non va dimenticato che il ritorno in patria di Bemba, lo scorso 1° agosto, era stato un trionfo. Evidentemente dava fastidio al presidente uscente Joseph Kabila.

Definitiva è anche l’esclusione dell’ex primo ministro Adolphe Muzito. Che non ne è sorpreso, ma che afferma che il presidente Kabila non intende assolutamente andare alle elezioni il 23 dicembre, visto che scarta ogni potenziale vero avversario, moltiplicando invece i candidati di facciata. Per Muzito, con il pretesto del “dialogo”, Kabila intende portare a termine il suo… terzo mandato in corso.