Il libro si rivolge soprattutto a persone “nell’età della saggezza” che non cessano di porsi domande sul senso del nostro vivere. Ci prende per mano e ci porta, sia pure con pudore, a condividere il suo dono: «un percorso di fede, dove la Parola di Dio si intreccia con la mia vita, dandole significato e “spinta”».

Il suo è un colloquiare con il Signore della vita ‒ il Dio innamorato della sua creatura fino a dare la vita, quello che con noi fa causa comune ‒ che si caratterizza per la sua misericordia scoperta nei “mille segni” con cui ricama la sua vita. In lui, Teresa ricapitola la sua vita personale, rileggendo il suo vissuto a partire appunto dalla Parola. Sono pagine scritte in una prosa che «spesso diventa la poesia dell’amore tra Dio, il creato e l’essere umano».

Perché stilate con quella libertà che viene dallo Spirito. «Al termine della vita, quando costatiamo tutto ciò che ci ha impegnati, tutto quanto siamo riusciti a realizzare, tutto quello che è rimasto incompiuto… di tutto riusciamo in qualche modo a farcene una ragione, ma “l’Amore”… quello resta come “bisogno” esistenziale, luce che dà colore a tutto ciò che è stato».

Romana, la Monaco è alla sua prima esperienza editoriale. Ora in pensione, ha insegnato nella scuola media statale e, soprattutto, ha donato alcuni anni della sua vita, come volontaria, al popolo sidamo in Etiopia e in Repubblica democratica del Congo, collaborando con la Chiesa cattolica. Per utilmente acquistare il libro, contattare l’autrice tere.monaco@gmail.com

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati