Rwanda /UA

Si riunirà per la prima volta il 31 ottobre prossimo a Kigali il gruppo di nove esperti nominati dal presidente rwandese Paul Kagame per riformare l’istituzione dell’Unione Africana (UA)e renderla più efficace. L’Unione aveva affidato questo compito a Kagame nel corso del 27° vertice lo scorso luglio, e nel prossimo summit, a gennaio 2017, il capo di Stato dovrà riferire i risultati. Il gruppo, composto da cinque uomini e quattro donne, riunisce in prevalenza economisti, ma anche politici e uomini d’affari del settore pubblico e privato.

Del gruppo fanno parte:

– Donald Kaberuka (Rwanda), economista, ex presidente della Banca Africana di Sviluppo (AfDB) ed ex ministro delle Finanze, attualmente docente alla prestigiosa università americana di Harvard e alla guida del Fondo per la Pace dell’UA.

– Carlos Lopes (Guinea Bissau), emerso di recente per le sue aperte critiche al Franco Cfa, definito un “meccanismo monetario obsoleto”. Alla fine di settembre si è dimesso dalla carica di Segretario generale aggiunto dell’Onu e Segretario esecutivo della Commissione economica per l’Africa (Cea).  

– Tito Mboweni, ex governatore della banca centrale del Sudafrica.

– Strive Masiyiwa, magnate delle telecomunicazioni in Zimbabwe, fondatore del gruppo Econet Wireless.

– Acha Leke (Camerun), principale associato della società globale McKinsey & Co.

– Vera Songwe (Camerun), direttrice dell’ufficio dell’Africa occidentale e centrale della International Finance Corporation (IFC – che fa parte della Banca Mondiale e si occupa del settore privato).

– Amina J. Mohammed (Nigeria), attuale ministra dell’Ambiente.

– Cristina Duarte (Capo Verde), ex ministra delle Finanze.

– Mariam Mahamat Nour (Ciad), ministra dell’Economia, della Pianificazione e della Cooperazione internazionale. (Jeuneafrique) 

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati