Rwanda / Genocidio

Le autorità in Rwanda hanno scoperto nuove fosse comuni con i resti di 5.400 vittime del genocidio, avvenuto nel 1994.

Naphtal Ahishakiye, segretaria esecutiva dell’organizzazione dei sopravvissuti al genocidio, Ibuka, ha dichiarato all’Associated Press che i corpi sono stati riesumati da 26 fosse comuni nel distretto di Kicukiro. La donna ha aggiunto che il ritrovamento è stato fatto in seguito al racconto di un uomo che ha sentito parlare delle tombe di massa da bambino.

Altre fosse comuni erano state trovate ad aprile. Le scoperte sono state definite le più significative di questi anni nel paese dell’Africa orientale, in cui la memoria dello sterminio di massa di oltre 800.000 tutsi e hutu moderati – iniziato il 6 aprile e compiuto in meno di 100 giorni -, è ancora vivo.

Le fosse comuni scoperte si trovavano in distretti vicini ai siti in cui, durante il genocidio, erano stati istituiti posti di blocco presidiati dalle milizie hutu. (Voice of America)