Rwanda

Un importante politico dell’opposizione in Rwanda è stato pugnalato a morte, mentre si trovava al lavoro nella mensa che gestisce in un centro sanitario nel distretto centrale di Muhanga.

A denunciare l’omicidio è stata oggi la presidente del partito (non riconosciuto da Kigali) Forze democratiche unite (Fdu-Inkingi), Victoire Ingabire Umuhoza, parlando alla BBC. Syridio Dusabumuremyi (nella foto), coordinatore del partito e padre di due figli, sarebbe stato attaccato da due uomini che lo hanno pugnalato a morte.

La polizia non ha ancora commentato l’omicidio, fa sapere la BBC, che non precisa quando il fatto sia avvenuto.

Ingabire afferma che l’assassinio di Dusabumuremyi è l’ultimo di una serie di violenti attacchi sferrati dal governo del presidente Paul Kagame ai membri del suo partito con l’obiettivo di terrorizzarli. Due mesi fa, Eugène Ndereyimana, rappresentante dell’Fdu-Inkingi nell’est del Rwanda, è scomparso misteriosamente e a marzo Anselme Mutuyimana, portavoce del partito, è stato rapito e successivamente trovato morto in una foresta nella parte occidentale del paese. Nel 2016 è stato ucciso un altro membro delle Fdu-Inkingi: Jean Damascène Habarugira.

La stessa Ingabire, una delle principali oppositrici di Kagame, è stata incarcerata nell’ottobre 2010, quando rientrò in Rwanda dall’esilio per candidarsi contro il presidente (poi rieletto per un terzo mandato), e condannata a 15 anni di carcere per “negazione del genocidio”. (The East African)