Rwanda / Genocidio

Il Rwanda ha aperto un’inchiesta formale su 20 ufficiali francesi, sospettati di essere coinvolti nel genocidio del 1994. L’iniziativa sembra rispondere alla riapertura, lo scorso ottobre in Francia, dell’inchiesta sull’abbattimento dell’aereo su cui viaggiava l’allora presidente, Juvenal Habyarimana, che diede il via al massacro di circa 800 mila tutsi e hutu moderati. Gli investigatori francesi hanno chiesto di acquisire la testimonianza di un ex generale rwandese, in esilio in Sud Africa, che ha parlato di un coinvolgimento dell’attuale presidente Paul Kagame.
Il genocidio ha disgregato i rapporti tra Parigi e Kigali. Al centro della controversia è il ruolo della Francia, all’epoca stretto alleato del governo nazionalista hutu di Habyarimana. Kagame accusa Parigi d’aver ignorato i segnali di pericolo che precedettero il genocidio e di aver addestrato gli estremisti hutu che lo attuarono. La Francia ha ammesso d’aver commesso degli errori ma nega ogni accusa di coinvolgimento. (Bbc)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati