Il presidente della Commissione dell’Unione Africana Moussa Faki, in occasione del summit tenutosi a Nouakchott, ha raccomandato la creazione di un meccanismo per fornire «supporto efficiente» al processo di autodeterminazione del popolo del Sahara occidentale.

Questo meccanismo, che funzionerà in consultazione con l’ONU, ha come obiettivo la fine del conflitto che vede opposto il Marocco alla Repubblica Democratica Araba Saharawi (SADR).

«È cruciale che l’Unione Africana sia attivamente coinvolta nella ricerca di pace, sicurezza e stabilità in Africa», ha dichiarato Faki. Il presidente ha insistito sul fatto che l’UE dovrebbe «accompagnare e sostenere gli sforzi dell’Unione Africana», ed ha riferito che l’inviato delle Nazioni Unite sta conducendo «intense consultazioni» con le parti, che stanno esprimendo «impegno a collaborare», nonostante il Marocco abbia deciso di non prendere parte al vertice.

La raccomandazione è stata accolta con favore dal ministro degli Esteri della Repubblica Saharawi, Mohamed Salem Ould Salek, che ha parlato di una «decisione storica che riafferma l’impegno dell’Unione Africana nei confronti dei diritti del popolo saharawi all’autodeterminazione e all’indipendenza». (Sahara Press Service)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati