LE AFRICHE IN ITALIA – DOSSIER APRILE 2018

Create delle strutture che fungono da cerniera tra i due paesi africani e le realtà della diaspora a Milano e Torino. Un gemellaggio che crea benefici reciproci e maggiore integrazione. Modelli da studiare.

La Lombardia è tra le regioni con la maggiore presenza di immigrati sul territorio (13% della popolazione). In alcune aree, come a Milano, la percentuale raggiunge picchi superiori al 21,5% (Rapporto Orim 2016).

Non è un caso, dunque, che la città sia all’avanguardia sui progetti di co-sviluppo e di cooperazione decentrata. «Ci siamo detti che i migranti sono i primi ambasciatori dei loro paesi. Perché, quindi, non ragionare con loro sul discorso dello sviluppo locale nei loro paesi di origine? Parallelamente, questi progetti potevano avere il valore di una migliore integrazione della diaspora in Italia», spiega Marco Grandi, all’epoca responsabile dell’Ufficio cooperazione e solidarietà internazionale del Comune di Milano.

«Dal 2006 abbiamo finanziato con fondi comunali e fondi privati di banche e fondazioni tre bandi biennali, che hanno permesso lo sviluppo di una cinquantina di progetti sui temi della sicurezza alimentare e delle migrazioni in varie parti del mondo, soprattutto in Africa: in Senegal, Mali, Burkina Faso, Guinea e Niger. L’esperienza è stata positiva. Ma, purtroppo, non sono stati stanziati ulteriori fondi per continuare», specifica Grandi. Palazzo Marino è stato il primo a finanziare progetti di questo tipo, seguito poi da Torino e da altre città del centro Italia, specialmente in Emilia Romagna e Toscana.
Oggi il Comune di Milano stringe rapporti con alcune associazioni particolarmente attive, come Sunugal.

In generale con il Senegal si è fin dall’inizio costruito un rapporto privilegiato, in quanto alcuni esponenti della diaspora hanno…

Leggi l’intero dossier e gli altri articoli di approfondimento e analisi. 
Abbonati alla nuova edizione della rivista mensile, cartacea o digitale!
 

Nella foto: “Sartoria Dakar”, la scuola di sartoria creata da Sunugal.

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati