Senegal / Droga

Un sequestro record di 238 chili di cocaina è stato fatto mercoledì nel porto di Dakar. La droga, confezionata in pacchi da un chilo, era nel portabagagli di quattro automobili nuove, costruite in Brasile, che dovevano essere consegnate a Luanda, in Angola. Non era occultata, segno che i trafficanti non temono i controlli.

Dopo una segnalazione i doganieri hanno perquisito i veicoli durante il trasbordo da una nave all’altra. L’indagine è in corso. Nessun arresto è stato fatto per il momento.
Si tratta dell’ultimo – è il più rilevante – di una serie di grandi sequestri effettuati al largo delle coste dell’Africa occidentale quest’anno, che segnalano un aumento del traffico con intercettazioni di quantità insolitamente grandi.

Dal oltre un decennio i cartelli del narcotraffico utilizzano l’Africa occidentale come punto di trasbordo per la cocaina lungo il tragitto dal Sud America all’Europa.

L’ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNUDC), ha dichiarato mercoledì che 3,4 tonnellate di cocaina sono state sequestrate in Africa nel 2017, una cifra che riporta ai livelli ai livelli del 2013, dopo un calo a 1,2 tonnellate nel 2015, anche se i dati sottostimano la portata del traffico di droga nel continente.

A gennaio, Capo Verde ha sequestrato 9,5 tonnellate di cocaina in uno dei più grandi sequestri mai registrati nella regione. Due mesi dopo, la Guinea Bissau ha intercettato 789 chili, nascosti in un peschereccio.

Il più grande sequestro del Senegal è avvenuto invece nel 2007, quando le autorità hanno rinvenuto quasi 2,5 tonnellate di cocaina per un valore di oltre 300 milioni di dollari. (Euronews)