Rd Congo / Avorio

La quantità record di 8,8 tonnellate di zanne di elefante è stata sequestrata dalle autorità di Singapore il 21 luglio, in quella che si ritiene essere una delle più grandi confische al mondo di avorio degli ultimi anni.

Le zanne, che si stima provengano da quasi 300 elefanti africani, erano contenute in tre container in viaggio dalla Repubblica democratica del Congo al Vietnam.

Il carico illegale includeva anche 11,9 tonnellate di scaglie di pangolino, provenienti da 2.000 animali. I funzionari dell’Interpol hanno stimato a 12,9 milioni di dollari il valore dell’avorio e circa 35,7 milioni le scaglie di pangolino, il mammifero più trafficato al mondo e per questo in via di estinzione.
Il sequestro ha portato a 37,5 tonnellate il totale delle scaglie di pangolino intercettate da aprile, per un valore totale di 112,5 milioni di dollari.

Quella del 21 luglio è stata la terza spedizione ad essere intercettata quest’anno. Sempre in aprile, Singapore aveva sequestrato 177 kg di zanne di elefante intagliate. Due grandi lotti di scaglie di pangolino (rispettivamente 12,9 tonnellate e 12,7 tonnellate) provenienti dalla Nigeria ed entrambe dirette in Vietnam, erano state intercettate dalle autorità a una settimana l’una dall’altra.

Il commercio globale di avorio, con rare eccezioni, è stato messo fuorilegge dal 1989 dopo che la popolazione di animali africani è scesa da milioni nella metà del Ventesimo secolo, a circa 600mila alla fine degli anni Ottanta. (The Guardian)