Giochi della Gioventù 2022

Il “pays de la Teranga” sarà la prima nazione del continente africano ad ospitare un evento olimpico. Venerdì scorso la sua commissione del Comitato olimpico internazionale (IOC) ha annunciato d’aver scelto il paese come organizzatore dei Giochi Olimpici Estivi della Gioventù del 2022.

Il presidente del IOC, Thomas Bach, ha detto che «è il momento dell’Africa, il continente dei giovani. Un continente da dove provengono numerosi atleti di successo». Già in febbraio Bach aveva fatto intuire che il Senegal aveva una marcia in più rispetto agli altri candidati, per la ricchezza culturale e delle infrastrutture. Il progetto della sua candidatura è stato considerato come “il più solido” tra quelli presentati.

Gli altri contendenti erano tutti paesi africani: il Botswana aveva proposto la sua capitale Gaborone, la Nigeria Abuja, e la Tunisia quattro diverse città per organizzare l’evento.

L’Assemblea generale del IOC, che si riunirà l’8 e 9 ottobre a Buenos Aires, in Argentina, dovrà approvare la decisione della commissione, ma si tratta di una formalità.

La scelta del Senegal segue un voto unanime dell’IOC avvenuto a inizio anno durante i Giochi Olimpici Invernali in Corea del Sud, nel quale era stato stabilito che i prossimi Giochi Olimpici della Gioventù sarebbero stati assegnati a una nazione del continente africano, sempre più considerato in ambito sportivo. (Al Jazeera / Africanews)