Somalia / HRW

Secondo un rapporto diffuso da Human Rights Watch (HRW) nei giorni scorsi, dal 29 dicembre al 19 gennaio, sarebbero stati distrutti dalle forze dell’ordine somale almeno 3.000 ripari in numerosi insediamenti informali di sfollati in diverse zone della periferia di Mogadiscio. Il rapporto è basato su interviste telefoniche e l’analisi di foto satellitari. Le operazioni sarebbero state condotte senza preavviso e avrebbero lasciato molte migliaia di persone senza tetto e prive di tutto. Negli interventi sarebbero infatti stati usati mezzi pesanti, senza dare tempo agli sfrattati di organizzarsi e di mettere in salvo i propri averi.

L’allarme era stato dato alla fine di dicembre dalle stesse organizzazioni dell’Onu che avevano raccolto testimonianze di famiglie che erano state disperse, di bambini piccoli che erano stati ritrovati solo alcuni giorni dopo la distruzione repentina della poverissima casa. Secondo OCHA, l’organizzazione dell’Onu per il coordinamento delle operazioni umanitarie, solo nei primi giorni delle operazioni erano andati distrutti beni per un valore di 200.000 dollari, fondi dei donatori per interventi di emergenza a favore degli sfollati, che erano stati lasciati senza acqua e senza cibo oltre che senza casa.

Episodi del genere sono purtroppo ricorrenti nella capitale somala. Un’organizzazione norvegese che si occupa di profughi, il Norvegian Refugee Concil, ha documentato lo sfratto forzato e violento di 153 mila persone solo nel corso del 2017.

Laetitia Bader, ricercatrice di HRW, ha dichiarato: “Il governo somalo deve prendersi la responsabilità degli sfratti forzati di massa di queste comunità vulnerabili ed emarginate”. Ha anche fatto notare che, nonostante ripetute inchieste governative, le modalità di questo genere di operazioni non sono affatto cambiate nel corso degli anni.

In Somalia ci sono attualmente 2 milioni e 100 mila sfollati, la metà costretta a lasciare le proprie aree di residenza per siccità e operazioni belliche solo nel corso dell’ultimo anno. (Garowe online)