Sud Sudan

È di 19 morti e 4 sopravvissuti – tra cui un medico italiano che lavora per l’ong CUAMM – il bilancio definitivo dell’incidente aereo avvenuto ieri a Yirol, nello stato sud sudanese dei Laghi Orientali, nel centro del paese.

Il piccolo aereo di una compagnia privata era partito dall’aeroporto di Juba ieri mattina diretto a Yirol, dove era in arrivo attorno alle 8,30, dopo poco più di un’ora di volo. Durante la manovra di atterraggio è precipitato nelle acque dell’omonimo lago. La dinamica dell’incidente non è ancora chiara, ma testimonianze raccolte in loco dicono che sulla zona c’era una densa nebbia e che l’aereo potrebbe aver urtato un albero, riportando danni che l’hanno fatto poi precipitare. Le autorità locali hanno dichiarato tre giorni di lutto in tutto lo stato.

Sopravvissuto all’incidente un medico italiano, Damiano Biagio Cantone, 32 anni di Catania, che doveva prendere servizio presso l’ospedale che l’organizzazione non governativa padovana CUAMM gestisce dal 2007. È ricoverato in condizioni stabili ma non gravi, presso l’ospedale stesso, dove ha ricevuto le prime cure. Sará al piú presto trasportato a Juba e poi in Italia.

Secondo le dichiarazioni del governatore, tra i morti, 4 sono stranieri: un etiopico, un ugandese e due membri dell’equipaggio sudanesi. Tra le vittime anche l’arcivescovo anglicano della diocesi di Yirol, Simon Adut Malek, un operatore della Croce Rossa Internazionale, un funzionario statale e due ufficiali dell’esercito del Sud Sudan. (BBC / Radio Tamazuj)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati