Sud Sudan

I padri comboniani della missione di Mapourdit, in Sud Sudan, diocesi di Rumbek, funzionante dal 1993, hanno inviato e diffuso un accorato messaggio alle autorità dello stato dei Laghi, dove la missione si trova.

I padri si dicono molto preoccupati del continuo deteriorarsi delle condizioni di sicurezza, che rende sempre più difficile il loro lavoro nella zona. “Lo scopo principale della lettera è quello di chiedere agli anziani del villaggio, e alle autorità della provincia, della contea e dello stato di fare sforzi reali per affrontare il deteriorarsi della situazione di cui siamo testimoni” dice la missiva. E fanno l’esempio di padre Placide Majambo, colpito alla schiena da un colpo di arma da fuoco durante l’imboscata ad una macchina, ben riconoscibile, dell’ospedale.

Si dicono oppressi dai problemi, sfidati e profondamente scoraggiati dai preoccupanti eventi che hanno toccato, in modo così violento, la stessa comunità comboniana.

Clicca qui per leggere la lettera completa dei comboniani in Sud Sudan in inglese.