Sud Sudan / Opposizione

Sette degli ormai numerosi gruppi di opposizione al governo del presidente Salva Kiir hanno formato un cartello, chiamato “The political opposition Forces” che ha come obiettivo la caduta del regime di Juba.
Dell’alleanza fanno parte i movimenti di opposizione, sia politica che armata, più importanti e conosciuti sia per lo spessore politico dei propri membri (Riek Machar, Lam Akol, Kosti Manibe, Joseph Bakasoro, Gabriel Changson Chan) sia per l’esperienza e la presenza militare sul campo (Machar e Thomas Cirillo).

Nel documento di presentazione si dice che il gruppo lavorerà con la prospettiva di formare un fronte unito su questioni strategiche ed operative.
Prossime tappe: un incontro dei leader di tutti i gruppi per discutere i dettagli e le modalità per stabilire sempre più strette relazioni e un summit di tutti dei leader di tutti i gruppi d’opposizione.

Si tratta di un primo significativo passo per presentare ai sud sudanesi e alla comunità internazionale un interlocutore che sia in grado di rappresentare istanze diverse ma coordinate, verso un percorso che porti alla pace e alla stabilizzazione del paese. (Radio Tamazuj)