Sud Sudan / Yei

Ieri ci sarebbero stati pesanti combattimenti nelle vicinanze di Yei, cittadina dell’Equatoria Centrale, in Sud Sudan, non lontano dal confine con l’Uganda.

Secondo un testimone ben conosciuto dalla redazione e assolutamente credibile, i combattimenti sarebbero cominciati all’alba nelle immediate vicinanze della città. Secondo un comunicato diffuso dall’Splm-Io, le forze di opposizione controllerebbero ora diversi centri abitati attorno alla città, il più vicino dei quali sarebbe Lutaya, che si trova ad appena 2,7 miglia.

La città sarebbe dunque ormai l’immediata retroguardia del fronte di battaglia. Il generale maggiore che comanda le forze di opposizione nella zona, John Mabien, invita i civili ad evacuare dalle zone dei combattimenti per salvaguardare le proprie vite. Segno evidente che gli scontri continueranno anche nei prossimi giorni.

Nei combattimenti di ieri ci sarebbero stati molti feriti, trasportati negli ospedali di Yei per le necessarie cure, e parecchi morti.

Yei era rimasta un’isola di pace anche durante la guerra tra il nord e il sud del Sudan, conclusasi nel 2005, e fino all’agosto dello scorso anno. Dopo gli scontri tra governo ed opposizione nella capitale, Juba, a luglio 2016, è stata al centro di aspri combattimenti tra milizie locali e l’esercito governativo che hanno pesantemente colpito la popolazione civile. Yei da allora è praticamente sotto assedio e semideserta. Gran parte della popolazione dell’intera zona ha infatti cercato rifugio nella vicina Uganda. (Redazione)